Ormoni tiroidei, ti diciamo tutto!

Ormoni tiroidei, ti diciamo tutto!

Comprendere tutto sulla tiroide e sugli ormoni tiroidei: la loro influenza sul corpo umano e l’impatto sulla vita dello sportivo.

Tempo di letturaTempo di lettura stimato: 8 minuti

thyroidLe referenze storiche di ciò che è conosciuto come ghiandola tiroidea trova le sue radici nei tempi antichi e nella storia medicinale precoce. Bisogna risalire al 1600 a.C., quando i Cinesi usavano una spugna bruciata e delle alghe per trattare l’ingrossamento della tiroide. Sono anche state trovate tracce nella medicina ayurvedica indiana.

L’uso di questo trattamento si è in seguito evoluto nel corso del tempo. C’era un’epidemia di gozzo nelle Alpi, inizialmente descritta come tumore del collo nel XIV secolo. Nonostante ciò, è soltanto nel 1475 che Wang Hei descrive anatomicamente la ghiandola tiroidea.

Nel 1656, Thomas Wharton ha nominato la ghiandola ‘tiroidea’ a causa della sua forma a scudo. Nel 1811 a Parigi, è stato scoperto lo iodio nelle alghe bruciate ed è stato speculato che si trattava dell’ingrediente attivo a rendere efficace il trattamento dell’ipertiroidismo.

Dopo 10 anni, Proust consiglia lo iodio come trattamento e Robert Graves pubblica un saggio sul gozzo nel 1835.
Durante il XIX secolo la tirossina (T4) viene isolata da Edward Calvin Kendall. C. R. Harington ha quindi sintetizzato l’ormone, seguito dalla T3 a sua volta isolato e sintetizzato.

Questi due ormoni sono stati da quel momento costantemente migliorati e messi a disposizione medica per il benessere di tutti. Oggi, gli ormoni tiroidei naturali che contengono un miscuglio di T4 e di T3 forniscono trattamenti efficaci per diversi disturbi degli ormoni tiroidei.

L’ormone della tiroide viene secreto dalla ghiandola a forma di farfalla situata alla base del tuo collo, la tiroide, che si trova di fronte alla trachea, proprio al di sotto delle corde vocali o della laringe. Anche se piccola, la tiroide svolge un ruolo enorme nel controllo di molti processi corporei con gli ormoni tiroidei T3 e T4 action t3-t4che libera, principalmente per la regolazione del metabolismo. Puoi sentirti affaticato per la maggior parte del tempo o agitato, perdere o prendere peso, anche con una dieta appropriata.

Il tuo ritmo cardiaco e la tua temperatura corporea possono essere aumentati o abbassati. Essa controlla la velocità alla quale l’alimentazione si sposta lungo tutto il tubo digestivo, la sua decomposizione e la conversione in energia, il livello al quale vengono bruciate le calorie e con quale rapidità le cellule si rigenerano e si ricostituiscono.

Le malattie della tiroide come il gozzo, l’ipertiroidismo o l’ipotiroidismo dipendono dal modo in cui viene prodotto l’ormone.

Produzione di ormoni tiroidei

La produzione di ormoni tiroidei influenza tutti gli organi e le cellule del corpo. Esistono due tipi di ormoni liberati dalla ghiandola tiroidea: la tirossina (T4) e la tri-iodo-tironina (T3). La ghiandola tiroidea usa due materie prime nella produzione degli ormoni tiroidei:

t3 - t4 ipotalamo

Iodiio.

Le cellule tiroidee hanno una funzione unica specializzata per assorbire e usare lo iodio nei loro processi. Lo iodio proviene dall’alimentazione, ripreso nella circolazione sanguigna dalle cellule epiteliali tiroidee che contengono un sim-portatore di ioduro di sodio sulla membrana plasmatica esterna. Una volta che lo ioduro viene imprigionato, viene in seguito trasportato nei lumi dei follicoli con la tiroglobulina.

iode thyroid

Tirosine.

Questi vengono dalla tiroglobulina, una grande struttura di glicoproteine sintetizzate dalle cellule epiteliali della ghiandola tiroidea in seguito secrete nel lume del follicolo. I residui di tirosina formano due gruppi mono-iodo-tirosina (MIT) e di-iodo-tirosina (DIT). Due tirosine di-iodate, quando unite, formano la tirossina, e una particella di MIT e di DIT combinate producono la tri-iodo-tironina.-

Rimane essenziale avere un approvvigionamento adeguato di iodio al fine di raggiungere livelli normali di produzione di ormone tiroideo. La carenza di iodio impedirebbe alla tiroide di produrre gli ormoni tiroidei e potrebbe avere effetti nocivi sulla crescita del corpo, sul metabolismo, la frequenza cardiaca, su altre funzioni critiche e sul benessere globale. Lo ioduro è il primo a prendere posto nella sintesi, in seguito convertito in iodio e, eventualmente, condensato in residui di tirosina.

Molecola_Acido-Amminico_Tirosina

L’enzima della perossidasi tiroidea serve da catalizzatore per la iodazione delle tirosine sulla triglobulina, mentre la sintesi di agenti biologici attiva la T3 e la T4. La reazione con l’enzima della tiroperossidasi permette agli ormoni tiroidei di accumularsi nel colloide del follicolo, quindi sulla superficie delle cellule epiteliali tiroidee. Queste cellule ingeriscono il colloide per endocitosi e le vescicole si fondono con i lisosomi endocitosi liberando quindi ormoni tiroidei.

La ghiandola tiroidea coopera con quella pituitaria che libera il TSH, od ormone stimolante la tiroide. La secrezione di TSH provoca la ghiandola tiroidea a liberarne di più, e un livello elevato di TSH suggerisce che non c’è abbastanza tiroide, mentre se è bassa significa che ce n’è troppa. La tiroide che funziona normalmente produce circa l’80% di T4 e circa 20% di T3.

 

T3: Tridiodotironina

La triiodotironina o T3 è uno dei due ormoni prodotti dalla ghiandola tiroidea, con l’altro che è la T4. T3 è identico a T4 con la particolarità di avere meno atomi di iodio per ciascuna molecola. T3 è l’ormone più attivo prodotto a partire dal T4, che è de-iodato dai 3 enzimi de-iodinasi.

La triiodotironina si compone di:
Thyro-3 - 25mcg - 30 tabs Alpha-Pharma– Tipo I che è presente nei reni, nel fegato, nella tiroide e nell’ipofisi.
– Tipo II ritrovato nel SNC, l’ipofisi, i vasi del cuore e il tessuto adiposo bruno.
– Tipo III presente nella placenta, nel sistema nervoso centrale e un emangioma.

Gli effetti di T3 sui tessuti mirati sono più potenti degli effetti del T4. La maggior parte del T3 che il tuo sangue contiene si lega alla proteina, e quelle che non lo fanno si chiamano T3 libere. Misurare la T3 nel tuo sangue può aiutare i medici a vedere se hai problemi alla tiroide.

I potenziali disturbi sarebbero l’ipertiroidismo quando la tiroide produce ormoni tiroidei eccessivi, l’ipotiroidismo quando la quantità di ormoni non è normale, la paralisi periodica tiro-tossica che si traduce in debolezza muscolare o il gozzo nodulare tossico quando la ghiandola tiroidea funziona male e ha escrescenze arrotondate.

T4: Tirossina

tiroide ormone molecolaLa tirossina o T4 è il pro.ormone prodotto dalla ghiandola tiroidea con il T3. Il T4 nel sangue crea anch’esso legami con delle proteine, e quelle che non lo fanno si chiamano T4 libere. Esse si compongono di quattro molecole di iodio attaccate alla sua struttura molecolare globale, il che influenza tutto il processo del corpo umano.

Esso può essere meno forte del T3 ma produce quantità sensibilmente più elevate e ha un’emivita più lunga. Considerato come pro-ormone dato che serve da riserva per il T3, laddove i T4 sono convertiti in tessuti richiesti dal corpo.

Misurare i T4 può aiutare a diagnosticare problemi alla tiroide o sintomi che includono borse sotto agli occhi, secchezza, irritazione, rigonfiamento, secchezza della pelle, perdita di capelli, aumento del ritmo cardiaco, cambiamenti di peso, ansia, disturbi del sonno, fatica, costipazione e mestruazioni irregolari.

Gli alti e bassi livelli indicati da un test T4 indicherebbero disturbi simili a quelli che i medici possono riscontrare su test del T3.

Uso medico per gli ormoni tiroidei

Gli ormoni tiroidei sono molto utili in termini di applicazioni mediche. Gli ormoni T3 e T4 sono ora usati per trattare l’ipotiroidismo, che è causata dalla mancanza di produzione naturale della ghiandola tiroidea. L’ipotiroidismo viene normalmente provocato dalla malattia di Hashimoto, un indebolimento per inavvertenza della ghiandola tiroidea attraverso trattamenti di radioterapia o chirurgia o medicinali che riducono il livello di ormone della tiroide.

Il trattamento ormonale della tiroide si fa nella speranza di riprodurre la funzione tiroidea normale. Il T4, che è puro, e la tirossina sintetica, sono i fattori migliori per agire come ormone tiroideo naturale e questo funziona a meraviglia per rimpiazzare l’ormone mancante.

Gli ormoni tiroidei possono essere ingeriti oralmente e l’intestino li assorbe bene. Essi non devono essere presi per più di una volta al giorno perché gli ormoni rimangono nel corpo a lungo, e appaiono a livelli molto stabili quando circolano nel sangue.

Il fine ultimo del trattamento della tiroide è di mantenere le funzioni tiroidee allo stesso ritmo che per le persone che non hanno problemi alla tiroide. Il miglior momento per prendere il TSH è appena svegli e a stomaco vuoto, dato che il TSH potrebbe essere difficile da assorbire in presenza di alimenti. La chiave per una tiroide che funziona bene è di essere coerenti nell’assunzione del medicinale di ormone tiroideo, allo stesso momento tutti i giorni, ma assicurati di verificare col tuo medico o farmacista se prendi anche altri farmaci.

Degli studi mostrano che i pazienti affetti da ipotiroidismo che prendono ormoni tiroidei per usi medici ottengono cambiamenti positivi, che comprendono:

  • Un livello di energia sensibilmente migliore durante tutta la giornata.
  • Regolazione dell’umore, benessere generale e stimolazione delle funzioni mentali come la conservazione della memoria e il pensiero critico.
  • Un livello inferiore di trigliceridi e di colesterolo.
  • Normalizzazione della crescita nei bambini ritardata a causa dello stato. Una spinta immediata alla crescita, come se la tiroide funzionasse di nuovo quando prendono dosi adeguate.

 

Usi sportivi degli ormoni tiroidei

Gli ormoni tiroidei non sono estranei quando si parla di mondo sportivo; gli sport e l’allenamento quotidiano vigoroso e intenso possono affaticare molto il corpo, influenzando direttamente la ghiandola tiroidea. Gli ormoni tiroidei si presentano sotto diverse forme in questa disciplina.

Dei farmaci come le pillole e compresse da ingerire sotto forma di polvere esistono, e conviene anche notare che il livello di ormoni tiroidei determina la velocità o il rallentamento del metabolismo di base, informazione vitale per tutti i corridori e i culturisti.

Mettere il corpo in una situazione simile all’ipertiroidismo permetterà all’utilizzatore di bruciare più calorie sotto forma di calore con elevazione della temperatura, chiamata termogenesi.

C’è ancora un dibattito scientifico in corso sul modo in cui gli ormoni tiroidei vengono usati come supplemento di amplificazione delle prestazioni, dato che c’è anche una correlazione che vuole che l’allenamento intenso spinga a sovradimensionare la ghiandola tiroidea col tempo. Questo può facilmente rivelarsi dannoso, data l’importanza e il valore che la ghiandola tiroidea svolge nella vita di tutti i giorni.

Si tratta di un fatto dimostrato che correre per la resistenza può ridurre la produzione dell’ormone tiroideo, quindi il corridore o culturista dovrà rivolgersi a un medico o coach specializzato.

 

Gli ormoni tiroidei per perdere peso

imagesLa conclusione è che la tiroide svolge un ruolo essenziale tra peso corporeo, metabolismo, e aiuta il nostro corpo a rimanere caldo, a utilizzare l’energia in maniera efficace e mantenere cervello, cuore, muscoli e altri organi facendo in modo che funzionino a dovere.

L’ormone tiroideo regola il metabolismo negli uomini e negli animali. Il metabolismo può essere misurato attraverso la quantità di ossigeno usata dal nostro corpo per un periodo di tempo specifico. Il BMR o tasso metabolico di base, è la cifra ottenuta quando la misura viene presa a riposo. Il BMR era uno degli indicatori principali del test che permetteva di determinare se un paziente avesse una tiroide dalle prestazioni scarse o eccessive.

Il T3 partecipa anch’esso a un ruolo importante nell’aumento del BMR di una persona. Quando gli ormoni tiroidei vengono introdotti nel sistema, essi aumentano il tasso metabolico e possono:

  • Aumentare il numero di calorie necessarie per il processo normale del corpo, anche quando il corpo e i muscoli sono passivi e a riposo.
  • Aumentare la ripartizione e l’uso della maggior parte delle macromolecole dei nutrimenti creati nel corpo.
  • Aumentare la quantità di energia e di ossigeno che il nostro corpo utilizza.
  • Aumentare il complesso primario di generazione di energia nel corpo, che è la popolazione di ATPasi, di sodio e di potassio.

f300x0-238038_238056_103Tenuto conto dei vantaggi, gli ormoni tiroidei possono essere presi come supplemento per la perdita di peso, in particolare nel caso in cui determina il metabolismo degli acidi grassi e si decompone dal grasso frapposto nei tessuti adiposi.

In poche parole, il T3 in ormoni tiroidei aumenta il tasso metabolico globale di base che digerisce tutti i gruppi di nutrienti più efficacemente, sblocca l’energia in grande quantità da utilizzare e può avere un effetto profondo e immediato nelle persone sovrappeso con ipotiroidismo diagnosticato o meno.

La creazione di una dieta completa con supplementi regolari di ormoni tiroidei dà un risultato più efficace, dato che l’ormone fornisce al corpo abbondanza di energia che incoraggia movimenti vigorosi. Contrariamente agli stimolanti artificiali come la sinefrina o la caffeina, i supplementi in ormoni tiroidei aumentano il livello del metabolismo senza l’effetto dell’ansia e non danno un “crash” quando gli effetti spariscono.

Conviene notare che il supplemento dovrebbe essere preso con moderazione e l’utilizzatore deve ricordare di non prenderne troppo ed entrare in stato di ipertiroidismo.

Lascia un commento